Ottimizzare il PC, la velocità dell’SSD

Da ormai un paio di anni i dischi SSD sono entrati nella storia dell’informatica a gamba tesa. All’inizio erano considerati hardware Pro dai costi eccessivi, ma da più di un anno sono diventati abbordabili al punto che non posso più farne a meno.

Al lavoro, a casa, e per ogni PC/Mac che posso scegliere la presenza di un disco di avvio SSD è d’obbligo.
Perchè ?
Perchè la potenza del processore è importantissima, ma la libertà di azione, la prontezza di sistema, la velocità degli avvii sia del sistema che dei software sono irrinunciabili e finalmente a disposizione di tutti.
Quante volte abbiamo acceso il PC/Mac e siamo andati “altrove” per far passare il tempo di avvio del sistema operativo ? Notare bene che accomuno PC e Mac ! Si perchè anche i tanto spettacolari Mac senza un SSD rimangono molto “pesanti e lenti”

Per un nuovo acquisto un SSD vuol dire agguingere alla spesa dagli 80€ ai 200€ in base alla capacità ed alle performance. Un buon disco da 120Gb ormai si trova a meno di 80€. Un buon disco da 240/256Gb si trova a partire da 160€.
I tagli sono piccoli, ecco perchè parlo di “aggiunta” alla spesa, perchè affiancato all’SSD è quasi sempre necessario un disco meccanico tradizionale per avere almeno 500Gb – 1Tb – 2Tb di spazio di archiviazione.

Per un PC esistente è necessario aggiungere il disco SSD e reinstallarci il sistema. Ogni PC esistente avrà beneficio dall’installazione di un SSD e nella maggior parte dei casi si avrà un esperienza più che sufficiente. Partendo da un hardware con un Core duo ed almeno 2/4Gb di ram l’installazione di un SSD porterà l’apparenza di avere un computer nuovo !

Per l’utilizzo home e pro ho provato alcuni dischi SSD, quali:
1- Crucial Force 3 da 240Gb
2- OCZ Agility 3 da 120Gb
3- Kingston V200 da 120Gb
4- Corsair M4 da 256Gb
5- OCZ Vertex 3 da 120Gb

Gli hardware utilizzati: Core2Duo T7500, Intel i7, Intel i5 Ivy Bridge, Core2Duo P8600, altri Core2Duo

Il mio MacBook 13” Mid 2010 con un Core2Duo da 2,4Ghz ha un canale SATA2 quindi non sfrutta appieno la velocità dell’SSD. Questo però nelle prestazioni reali non incide in quanto i tempi di avvio del sistema sono bassissimi e la velocità di esecuzione delle applicazioni nonchè la reattività dell’intero sistema sono spettacolari !

Se volete un “nuovo computer” aggiungete un SSD al vostro attuale. Un hardware di 5/6 anni può dare ancora molto con un nuovo disco SSD !

Di seguito alcuni test

Mac:
MacBook 13” Mid 2010
Code Duo 2 2,4 Ghz – 8Gb RAM

1- OSX Lion
2- BootCamp Windows Seven 64bit

 

PC:
I5-3450 3.10Ghz Ivy Bridge
8Gb RAM
Windows Seven 64bit

 

Test avvio Macbook OsX
macbook 13 crucial force 3 avvio osx

Test avvio Macbook Windows (considerando anche la scelta dell’OS di bootcamp e inserimento della password)
macbook 13 crucial force 3 avvio windows

Test avvio i5-3450 (Ivy Bridge – 8Gb RAM)
tralasciate il totale, ho fermato il cronometro dopo il termine dell’intera prucedura, i dati da considerare sono:
giro 1: avvio da PC spento a schermata di login (23,7 s)
giro 2: scelta utente. inserimento password e desktop caricato (10,7 s)
avvio i5

CrystalDiskMark x64 MacBook (il canale SATA2 è il collo di bottiglia)
crystaldiskmark macbook13 corsair

CrystalDiskMark x64 Macbook OFill (il canale SATA2 è il collo di bottiglia)
crystaldiskmark macbook13 corsair 0fill

CrystalDiskMark x64 I5 OFill
crystaldiskmark i5 ivy bridge agility3 0fill

CrystalDiskMark x64 I5
crystaldiskmark i5 ivy bridge agility3